Dolore della dentizione: cosa fare?

dolore dentizione

Già nei primi mesi dopo la nascita i bambini fanno la conoscenza con il dolore: la dentizione. A dire il vero molti bambini già hanno conosciuto il dolore delle colichette prima di arrivare alla dentizione ma questa interessa la totalità dei bambini, fisiologicamente tutti passano da questa fase.

Cos’è la dentizione

Probabilmente non sai che i dentini sono presenti al di sotto delle gengive già prima della nascita ma restano abbozzati fino a quando il timer biologico decide che è ora di farli spuntare.

C’è un motivo per questo, nulla avviene per caso: prima di tutto fino a quando il bambino si alimenta solo con il latte non c’è bisogno di dentini, in seconda analisi con l’allattamento al seno i dentini costituirebbero un notevole problema per la mamma che rischierebbe dolorose e pericolose lesioni al capezzolo.

Quando i dentini iniziano a spuntare, quando cioè inizia la dentizione, il bambino prova dolore perché i dentini, spuntando, devono perforare la gengiva per assumere la loro corretta posizione.

Come si comporta il bambino

Quando i dentini cominciano a spuntare, a premere dal di sotto sulle gengive per perforarle, i bambini mostrano segni di disagio: tendono a mettere le manine in bocca più del solito, tendono a mordere ciò che capita loro a portata di mano, aumenta la salivazione e spesso piangono anche di notte, disturbando il loro sonno e quello dei genitori.

Alcuni bambini mostrano anche un lieve rialzo febbrile dovuto all’infiammazione gengivale che si origina proprio dal taglio delle gengive. E’ possibile alleviare il disturbo di cui soffrono i bambini sia con alcuni farmaci che il Pediatra potrà prescrivere sia con semplici rimedi naturali.

Come aiutare i bambini

Con la dentizione le gengive spesso si ingrossano, si infiammano, si irritano. Prova a pensare a cosa senti quando hai un problema alle tue gengive, al dolore che senti e comprendi cosa può provare il bambino. 

L’obiettivo, quindi, è ridurre l’infiammazione ottenendo anche di conseguenza una riduzione del dolore. In commercio si trovano dei gel gengivali prodotti a partire da componenti naturali, quindi non nocivi, che formano una pellicola protettiva sulle gengive stesse e contrastando l’infiammazione.

In genere questi gel vedono nella loro formulazione la presenza di estratti naturali di camomilla, aloe e boswelia. Il gusto leggermente dolce è particolarmente gradito dai bambini che, quindi, lo accettano volentieri. Il gel attenua, quindi, il mal di denti dovuto alla dentizione.

Si applica con un batuffolo di cotone o ancora meglio con un bastoncino per le orecchie imbevuto di tale gel e massaggiando con delicatezza le gengive per far penetrare il gel nel tessuto gengivale con un dito, ovviamente ben pulito. Ripetere l’operazione da 3 a 5 volte al giorno.

Altri rimedi contro il mal di denti

Il freddo è un potente antidolorifico, per cui si rivelano utili piccoli oggetti creati appositamente per essere portati alla bocca dai bambini preventivamente raffreddati in frigorifero. Il bambino, mordendolo, beneficia dell’azione antidolorifico del freddo, evidentemente un mezzo assolutamente innocuo ed efficace per contrastare il dolore della dentizione.

Siccome il bambino tende a portare le manine alla bocca, agevolare questo comportamento di auto difesa ma tenere le sue manine sempre ben pulite evitando di introdurre troppi batteri con tale atto.

La Radice di Iris si trova più facilmente online o nei negozi biologici. Si tratta di un anello levigato di tale radice che masticato rilascia principi attivi sulle gengive che alleviano il dolore. Questi principi, infatti, hanno proprietà antinfiammatorie e antidolorifiche.

Il miele rosato è un rimedio “della nonna”: si tratta di miele cui è aggiunto estratto di foglie di rosa. Il contributo antidolorifico e emolliente per le gengive è indubbio ma occorre fare attenzione perché il miele è generalmente sconsigliato sotto l’anno di età e poi perché le sostanze zuccherine, quindi anche il miele, possono favorire l’insorgenza di caria minando la salute dei dentini già appena spuntati.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*