Cose della Natura: Fine Dama Sbiancata e Velvet Sponge

Oggi parliamo di Cose della Natura, un’azienda milanese che produce e vende articoli per la cura della persona realizzati con materiali naturali, come legno, cotone, loofah e soprattutto Spugne di Mare.
Personalmente non è stato affatto semplice decidere di acquistare i loro prodotti, spinta da grande curiosità ed anche da effettive necessità della mia pelle di trovare un metodo di pulizia non aggressivo ma efficace. Adesso vi spiego perchè.
Anni fa ho fatto una scelta, che ha cambiato molto le mie abitudini e il mio modo di rapportarmi alle cose: sono diventata vegetariana. Vi chiderete cosa c’entra questa cosa con la recensione delle spugne naturali di Cose della Natura, in realtà le due cose sono profondamente connesse.


Infatti, nonostante assomiglino più a piante marine o a coralli, le spugne di mare sono, a tutti gli effetti, animali marini invertebrati, nello specifico molluschi della famiglia dei Poriferi. E come ho deciso di non mangiare cozze, vongole, polpi, seppie, calamari e chi più ne ha più ne metta, avrei dovuto scegliere di non comprare le spugne di mare.

Ecco perchè la mia enorme titubanza nell’acquistare questo genere di spugna per la mia beauty care; ci ho pensato a lungo e mi sono documentata a fondo e ho anche scritto al servizio clienti dell’azienda che, nella persona di Federica, mi ha eloquentemente risposto così:
Anch’io sono vegetariana nonchè animalista convinta da parecchi anni, principalmente proprio per una questione etica, quindi credo che nessuno possa rispondere meglio di me.
Anch’io, come lei, cercai informazioni in merito alle Spugne di Mare, soprattutto prima di iniziare a lavorare qui. Avevo davvero una scarsa conoscenza di ciò che sono veramente le Spugne di Mare, di come vivono e di come vengono pescate.  Ora mi trovo nella posizione di poter rispondere in modo esaustivo, avendo approfondito per conoscenza personale e ovviamente per lavoro questo tema, e in modo sincero, condividendo la stessa filosofia di vita. 
Le Spugne di Mare sono state riclassificate più volte nella storia. In passato erano considerate una sorta di corallo, in seguito la scienza le ha definite come “PORIFERI” che letteralmente significa “portatori di pori” (le fessure o fori che compongono la texture di una spugna). Quindi, per la scienza, sono classificate come organismi pluricellari.
In realtà, il loro ciclo vitale è molto più simile a quello di una pianta. Deve sapere che nascono, crescono e si riproducono in modo molto simile. L’unica differenza con i vegetali è che le Spugne di Mare non si nutrono mediante fotosintesi ma attraverso il filtraggio di micro organismi.
E’ importante anche sapere che le Spugne di Mare non hanno né un apparato digerente, circolatorio né un sistema nervoso, pertanto non possono pensare, ne provare alcun dolore.
Come avviene la pesca delle Spugne?
Ovviamente nel più totale rispetto dei fondali marini! E’ di nostro primario interesse garantirne la sostenibilità. I pescatori, infatti, una volta localizzata una colonia di spugne, si immergono, attrezzati di scafandro, per effettuare la raccolta. E’ proprio raccolta il termine che mi sembra più appropriato, perché?
Perché la cura dei pescatori è quella di tagliare la spugna e non strapparla dal fondale, in modo da non rovinare la radice che ne permette una ricrescita più rigogliosa. Mantenendo intatta la base della spugna, esse ricresceranno in pochi anni, spesso più grandi e forti di quelle pescate. Studi effettuati dimostrano che la pesca corretta delle spugne marine permette di incrementare la densità delle stesse. Inoltre la pesca delle spugne marine è regolamentata dalla legge, dove si pesca un anno non si può più pescare per i quattro anni successivi. “

La risposta mi è sembrata esaustiva e ho deciso di acquistare le spugne, con la riserva di valutare se davvero ne valesse la pena. E adesso posso dire che ne vale la pena, almeno per quanto riguarda la mia esperienza.
Spugna Fine Dama Sbiancata

Cercavo una spugna per la pulizia del viso davvero molto soffice e delicata che non andasse a sfregare o arrossare la mia pelle sensibile, in un periodo in cui era particolarmente reattiva e si irritava anche con la mia amata Spugna Konjac (di cui trovate la recensione in questo post).
Ho scelto la qualità “Fine Dama” perchè, come si legge sul sito, rispetta le pelli sensibili e delicate. Il sito le descrive come “morbide come la seta quando bagnate, la superficie della spugna sembra velluto alla vista e al tatto. Sono indispensabili per il bagnetto dei bambini e per la cura del viso. Ideali per stendere il fondotinta e la cipria, sono perfette anche per sfumare l’ombretto e per correggere le piccole sbavature del trucco. Con l’aggiunta di poche gocce di latte detergente poi, sono uno strumento fondamentale per rimuovere il trucco, effettuando non solo una detersione profonda ma anche un massaggio rilassante.” 
Le spugne sono vendute in diverse misure (1/2 grammi e 2/3 grammi per uso cosmetico, 2/3 grammi, 4/5 grammi e maggiori per la detersione di adulti e neonati)
Ho scelto di comprare quella da 4/5 grammi ad un costo che va dai 12 ai 15 Euro, dipende da dove la acquistate.
Considerazioni

La spugna si presenta da asciutta nella sua conformazione più rigida, ma una volta bagnata sotto l’acqua (bastano 2 secondi per ammorbidirla), assume una consistenza ultra soffice, è puro velluto al tatto e sulla pelle. La uso la sera per la detersione del viso dopo lo struccaggio e mi trovo benissimo: dopo averla bagnata applico una goccia di detergente e la massaggio sul viso umido. La pelle non viene aggredita, ma al tempo stesso risulta pulita e levigata. La mia pelle sensibile mi sta ringraziando e non si arrossa più così tanto per lo sfregamento subito.
La spugna si sciacqua molto bene e velocemente sotto l’acqua, non trattiene il detergente così tanto come può fare la Konjac. Si asciuga rapidamente, a condizione che si strizzi bene dopo l’uso e si conservi in ambiente areato e non troppo umido. In genere da una sera all’altra la trovo asciutta.
E’ molto comoda la rete in cui la trovate quando la comprate, utilissima per disporla appesa ad asciugare.
Velvet Sponge

Ho comprato questa versione di Spugna più per curiosità che per necessità, in quanto la qualità è la medesima, ovvero Fine Dama.
Questa però è venduta in pezzi da 1/2 gr, della dimensione di circa 4/5 cm. E’ molto piccola perchè è pensata per uso cosmetico, ovvero per stendere fondotinta, creme e ciprie. A differenza delle spugne sintetiche per make up, la Velvet Sponge dura più a lungo nel tempo ovviamente se ben mantenuta e curata.
Considerazioni

La qualità della Velvet è la stessa della Fine Dama Sbiancata, quindi si comporta allo stesso identico modo e valgono più o meno le stesse considerazioni.
Basta ammorbidirla sotto l’acqua e strizzarla bene e poi picchiettarla sul viso per stendere in modo naturalissimo e senza striature i prodotti in crema.
La uso con BB Cream e fondotinta liquidi e l’effetto molto naturale che dà mi piace molto. Penso, però, che sia davvero troppo piccola e, sebbene la sua dimensione sia utile per arrivare negli angoli più piccoli del viso, alla fine si impiega un po’ troppo tempo per coprire tutta la superficie a dovere.
Avrei preferito fosse di qualche centimetro più grande, anche perchè essendo così’ soffice e malleabile si può deformare nel modo che più ci è utile, quindi anche un po’ più grande non avrebbe dato problemi di sorta.
Inoltre credo che bagnata al momento prima dell’applicazione del trucco, sebbene strizzata alla perfezione, risulti ancora eccessivamente umida e tende ad assorbire una discreta quantità di prodotto, che va irrimediabilmente sprecato. 
Nonostante questo, l’effetto mi piace molto e apprezzo anche la comodità di poterla lavare velocemente e facilmente dopo l’utilizzo, in quanto torna pulita in tempi record.
La mia recensione quindi è molto positiva per quanto riguarda la qualità di queste spugne, non escludo di provare anche altre tipologie e trame in futuro, ma credo che questa sia comunque la migliore per la mia tipologia di pelle.

Voi le avete provate? Cosa ne pensate?
Spero che questo post vi sia utile, 
grazie per la lettura!

0 comments on “Cose della Natura: Fine Dama Sbiancata e Velvet Sponge

  1. Grazie per aver inserito la risposta dell'azienda! Anche io in effetti nutrivo le tue stesse perplessità e adesso mi sento più serena nel provarle 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *