My Cosmetik: realizzazione Crema Viso Nutriente all’Acido Ialuronico


Oggi torno a parlarvi di My Cosmetik, un’azienda francese che ha saputo differenziarsi nel panoramma della cosmesi naturale, perchè propone dei cosmetici che è lo stesso cliente a realizzare.
Ve ne ho parlato nello specifico nel primo post riguardante questa azienda (che potete leggere qui), in cui ho “spignattato” insieme a voi una crema fluida per il corpo.
Spignattare, per chi non conoscesse il termine, in gergo significa autoprodurre i propri cosmetici, a partire da materie prime e creando la formulazione più adatta a noi.
Chiaramente per farlo c’è bisogno di una certa conoscenza dei vari ingredienti, delle loro funzioni ed interazioni, per cui non è, in generale, un’attività proprio per tutti.
My Cosmetik, però, ha aperto questa possibilità a chiunque si voglia cimentare (e perchè no imparare qualcosa in più) nella creazione dei propri cosmetici naturali.

Infatti sul sito mycosmetik.it si possono acquistare dei veri e propri kit già pronti, con ricette semplici e formulazioni efficaci oppure acquistare le singole materie prime, per il cliente più esperto.
Inoltre i cosmetici My Cosmetik sono al 100% naturali e vantano ben due certificazioni Eco-Biologiche, sono perciò tutti prodotti dermoaffini e rispettosi della pelle e dell’ambiente.
Questa volta prepariamo insieme la Crema anti age nutriente all’Acido Ialuronico, il cui kit costa 23,90 Euro per 50 ml di crema. Una crema viso, sulla carta, non è il cosmetico più facile da preparare, ma seguendo le istruzioni dell’ azienda è davvero alla portata di tutti.
Nel kit troviamo gli ingredienti necessari, ma anche alcuni “attrezzi” che ci servono per fare le misurazioni, qualora non si possegga una bilancina di precisione che misuri anche i decimi di grammi.
Contenuto del kit:
1 flacone da 10 ml d’olio di Argan
1 flacone da 10 ml di macerato di Calendula
1 busta da 10 g di Cutina
1 flacone da 50 ml di idrolato di Rosa
1 flacone da 5 ml d’olio essenziale di Petitgrain
1 vasettino da 1 g d’acido ialuronico 
1 busta da 10 g di bicarbonato di sodio 
1 flacone da 5 ml di olio essenziale di Incenso
1 flacone da 5 ml d’Isocide
1 flacone da 5 ml di vitamina E
1 jar vuota da 50 ml
Pipetta e cucchiai dosatori
La scelta degli attivi presenti nella crema è sicuramente ben fatta ai fini di un’azione anti età e nutriente della pelle:

– L’ acido Ialuronico regola l’idratazione della pelle, la rimpolpa, maschera le rughe e dona un tocco morbido e vellutato alla pelle. È un agente cosmetico di alta gamma.
– L’ Olio di Argan, ricco di Omega 6 è un olio facilemente assorbibile dalla pelle ed altamente nutriente e antiossidante.
– La Calendula è un potente antisettico, decongestionante e riparatore, contiene flavonoidi, antiossidanti naturali che proteggono la pelle dalla degenerazione cellulare.
– L’ idrolato di Rosa è naturalmente tonificante, lenitivo e rigenerante della pelle.
– L’ olio essenziale di Incenso ha proprietà tonificanti e seboregolatrici. Ritarda l’invecchiamento della pelle e in aromaterapia riduce lo stress e il nervosismo.
– La Vitamina E è un antiossidante naturale che protegge gli oli e i burri dall’ossidazione. Gioca quindi il ruolo di conservante naturale. Ad essa sono inoltre attribuite proprietà anti-età e antinfiammatorie.
Ricetta:

10 ml di Olio di Argan
5 ml di Macerato di Calendula
3 gr di Cutina (emulsionante naturale)
30 ml di Idrolato di Rose
0,15 gr di bicarbonato di sodio
4 gtt di olio essenziale di Incenso
0,3 gr di Acido Ialuronico
12 gtt di Isocide (conservante naturale)
4 gtt di Vitamina E
Procedimento:

Il procedimento è molto semplice, bastano due ciotoline di vetro o di ceramica, una forchetta, un cucchiaio e due casseruole. La preparazione impiegherà solo 15 minuti e il prodotto si conserva per 3 mesi.
  • Versare nella prima ciotolina l’olio di Argan, la Calendula, la Vutamina E e la Cutina. Questa sarà la nostra fase grassa.

  • Versare nella seconda ciotolina l’idrolato e il Bicarbonato. Questa è la fase acquosa.

  • Mettere sul fuoco le due casseruole con 2/3 dita di acqua, aspettare che arrivi ad ebollizione e poi inserire a bagnomaria entrambe le ciotoline, contemporaneamente.
  • Quando la Cutina si sarà sciolta del tutto, aspettare ancora 1 minuto per arrivare alla giusta temperatura e poi togliere le ciotoline dal bagnomaria.
  • Versate subito la fase acquosa in quella oleosa ed iniziare a sbattere energicamente con la forchetta per 5 minuti, o comunque fino a quando il composto raggiunge una consistenza omogenea, liscia ed oleosa.






  • A questo punto aggiungere l’ Isocide e l’olio essenziale e mescolare.
  • Aggiungere a pioggia l’acido ialuronico e mescolare bene.

                        

La nostra crema per il viso è pronta.

Considerazioni:

Come nel caso della crema per il corpo, ho trovato la ricetta e il procedimento di preparazione molto semplici e a mio avviso alla portata di tutti. Non c’è il rischio di farsi male, di sporcare più del dovuto o di non riuscire nell’intento, perchè seguendo i passaggi il risultato sarà certo, non disperate se sbattendo con la forchetta la crema non “monta”, abbiate pazienza e vedrete che una volta realizzata sarete pieni di soddisfazione, perchè l’avrete fatta con le vostre mani.
L’idea che porta avanti questa azienda mi piace molto e la trovo originale e ben pensata. L’unica pecca che ho riscontrato riguarda prettamente il lato pratico: un cliente comune che vuole utilizzare il kit ma non ha mai autoprodotto niente in casa non avrà a disposizione granchè per misurare gli ingredienti.
Il kit fornisce dei cucchiaini la cui grandezza è rappresentativa di una quantità in grammi, ma il procedimento ad esempio per misurare il decimo di grammo del Bicarbonato è davvero laborioso e si rischia di sbagliare facilemente. La stessa cosa vale per la misurazione degli oli o dei liquidi, perchè, a meno che non serva tutto il contenuto del flacone, andarlo a prelevare con la siringa in dotazione è davvero difficile: il collo della siringa non entra nel foro della boccetta e per cercare di aspirare il liquido si rischia di sprecare prodotto facendolo cadere.
A parte queste due piccole problematiche in termini di “attrezzature”, anche stavolta mi sono divertita molto e consiglio a tutti almeno una prova! 
Nel prossimo post vi parlerò nello specifico dei due prodotti e della loro recensione d’uso.
Grazie della lettura!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *